Sparachiodi Pneumatica: Migliori modelli e Prezzi

Al momento stai visualizzando Sparachiodi Pneumatica: Migliori modelli e Prezzi

Sei alla ricerca della migliore sparachiodi pneumatica? Allora leggi la mia guida all’acquisto e le mie recensioni.

Quando bisogna effettuare lavori di carpenteria, posare rivestimenti o semplicemente inchiodare del pallet, utilizzare una sparachiodi pneumatica (o chiodatrice pneumatica) permette di risparmiare sia tempo che fatica. Indipendentemente dal fatto che tu sia un carpentiere hobbysta oppure professionista, per scegliere la sparachiodi ad aria compressa che più si addice alle tue esigenze, dovrai valutare una serie di caratteristiche tecniche chiave. Questo perché una chiodatrice pneumatica sbagliata potrebbe risultare del tutto inutile, ai fini dell’assemblaggio di una struttura in legno o in ferro.

A cosa serve una sparachiodi pneumatica

Come dice il nome stesso, la chiodatrice pneumatica ha il compito di sparare chiodi con una forza tale da perforare la superficie da inchiodare. Spesso e volentieri sono superfici realizzate in legno più o meno duro, ma può succedere di imbattersi anche in materiali differenti, come per esempio il cartongesso. Si tratta quindi di un’alternativa comoda e molto più veloce del caro e vecchio martello, il suo campo di utilizzo principale si colloca nel settore della carpenteria, falegnameria e ovunque si abbia la necessità di realizzare intelaiature e rivestimenti. Come hai modo di notare, gli impieghi sono pressoché infiniti, tuttavia esistono alcune lavorazioni che richiedono obbligatoriamente l’utilizzo di questo dispositivo:

  • Carpenteria
  • Messa in posa di parquet e perline
  • Fissaggio di strutture in legno
  • Installazione di battiscopa, serramenti e relativi coprifilo

Prima di entrare nel cuore dell’articolo e andare a vedere quali sono i migliori modelli in commercio, è bene sapere che esistono due tipologie principali di sparachiodi:

  • Sparachiodi pneumatica pura: è un attrezzo indispensabile per tutti quei lavori di costruzione, riparazione o ristrutturazione che richiedono la posa e il fissaggio di materiale legnoso o di rivestimenti. Questo dispositivo permette di applicare chiodi con una lunghezza che raggiunge i 100 millimetri. Si tratta di un utensile abbastanza costoso e ideale per eseguire lavorazioni di livello professionale.
  • Sparachiodi graffettatrice pneumatica: in questo caso parliamo di una sorta di ibrido a doppia funzione, utilizzato soprattutto da tappezzieri e per lavori di posa e fissaggio di materiale isolante. Si tratta infatti di un utensile progettato per applicare sia chiodi groppini (cioè chiodi senza testa simili a spilli) che graffette. Questa doppia funzione la rende molto più versatile ma, di conseguenza, meno efficiente in caso di lavori di fissaggio impegnativi. In linea generale, questa variante è in grado di utilizzare chiodi e graffe con una lunghezza massima di 50 millimetri (esattamente la metà rispetto ad una sparachiodi pura).

Pistole sparachiodi pneumatiche più vendute

Come funziona una chiodatrice pneumatica

La sparachiodi pneumatica è costituita da una pistola portatile che si collega a un compressore d’aria tramite un tubo ad alta pressione. Il funzionamento di queste chiodatrici avviene quindi grazie ad un compressore d’aria, caratteristica che le rende molto più leggera rispetto alle chiodatrici elettriche sia a cavo che a batteria.

Un meccanismo all’interno della pistola utilizza l’aria compressa per azionare un pistone che, in base alla pressione generata, spinge il chiodo fuori dalla pistola e quindi all’interno del materiale da fissare. Il suo funzionamento non richiede una pressione eccessivamente alta e anzi, nella maggior parte dei casi è sufficiente una pressione di 6/8 Bar come quella erogata da un compressore verticale.

Come visto in precedenza, una sparachiodi ad aria compressa di fascia medio-bassa è spesso in grado di utilizzare chiodi sia a testa piatta che a testa di gruppino aventi una lunghezza massima di 50 millimetri. Questi sono contenuti all’interno di caricatori a barretta che di solito ospitano fino a 100 pezzo. Le controparti di livello professionale utilizzano invece chiodi con diametri che possono raggiungere valori importanti e una lunghezza massima che si aggira sui 100 mm. In questo caso il caricatore ha una struttura a “bobina” ed è in grado di contenere circa 300 chiodi.

Tieni comunque presente che, in entrambi i casi, la maggior parte dei modelli sono dotati di una sorta di finestrella per verificare in maniera rapida il livello di carica.

La modalità di sparo del chiodo può essere di due tipi:

  • Sparo sequenziale o di precisione: gli spari vengono gestiti uno alla volta tramite il grilletto. Per far questo bisogna prima spingere il becco contro la superficie da inchiodare e premere il grilletto in contemporanea. Questo tipo di sparo risulta abbastanza lento ma molto più preciso.
  • Sparo continuo: in questo caso bisogna tenere il grilletto sempre premuto e, per azionare lo sparo del chiodo, è sufficiente premere il becco sulla superficie del materiale. Come puoi facilmente intuire, questo tipo di sparo permette di erogare chiodi a raffica e in maniera molto più rapida, aumentando così la velocità della lavorazione.

In molti casi si può decidere quale dei due tipi di sparo utilizzare mediante un selettore che permette di passare da colpo singolo a colpo continuo. La profondità del colpo, oltre a variare in base alla durezza del materiale e alla dimensione del chiodo, la si può regolare mediante un apposito comando, adattandola così alle proprie esigenze.

Differenza tra sparachiodi pneumatica e groppinatrice

Nonostante vengano chiamate allo stesso modo, una sparachiodi e una groppinatrice sono due utensili all’apparenza identici ma con un funzionamento leggermente differente. la groppinatrice è progettata per fissare i groppini, cioè punti metallici che assomigliano molto a chiodi ma che sono privi di testa visibile in superficie. L’unità di misura utilizzata per determinare la dimensione dei groppini è il Gauge (o calibro) che determina il diametro dell’ago. Questa unità di misura con la quale inizialmente si misuravano le canne del fucile, viene utilizzata anche in ambito medico per definire il diametro degli aghi: più alto è il calibro, più piccolo sarà l’ago e viceversa. La lunghezza viene invece indicata in millimetri. Oltre a fissare groppini, molti modelli sono utilizzabili anche con graffette con lunghezze differenti.

In questa guida andremo a vedere sia modelli che sparano chiodi normali che modelli che funzionano con chiodi groppini.

Migliori sparachiodi ad aria compressa [Recensioni]

1. Makita AN902 Sparachiodi pneumatica professionale 45-90 mm

Ho deciso di iniziare la lista con questo modello marchiato Makita. Si tratta di una sparachiodi pneumatica di livello professionale ed estremamente potente, ideale per svolgere lavori di costruzione sia con legno morbido che duro.

Makita AN902 - Clavadora neumatica 90 mm
  • MAKITA AN902 - Clavadora neumatica 90 mm
  • Pressione: 65 – 120 psi
  • Capacità caricatore: 300 pezzi
  • Lunghezza chiodi: 45-90mm
  • Peso: 3,5 kg

La Makita AN902 è dotata di un caricatore con una capacità di 150-300 chiodi a testa piatta, aventi una lunghezza che può variare dai 45 ai 90 millimetri. La pressione di lavoro è compresa tra 65 e 120 psi, si avrà quindi una massima pressione lavorativa di 8,3 bar. Stiamo parlando di una sparachiodi molto versatile e con due modalità di sparo (sequenziale o a contatto). Essendo un modello di livello professionale, tramite l’apposita manopola è possibile anche regolare la profondità di fissaggio; avrai modo di impostare tutti i parametri necessari per adattare la sparachiodi al tipo di lavoro che desideri svolgere. Nulla da dire nemmeno dal punto di vista strutturale, la sparachiodi si presenta molto robusta e ben costruita, l’impugnatura ergonomica è un toccasana per quando si devono svolgere lavori lunghi e impegnativi. Il peso di 3,6 kg non è dei più contenuti ma è un “effetto collaterale” che deriva dall’ottima robustezza dell’utensile. Sei alla ricerca di un modello potente, performante e versatile? Allora la Makita AN902 è quello che fa per te!

2. VEVOR CN55 Chiodatrice pneumatica professionale – 50 mm

Vediamo adesso un’altra chiodatrice molto valida e ideale per svolgere lavori di livello professionale. Si tratta di un’alternativa più economica della Makita vista in precedenza ma comunque molto efficiente per svolgere lavori che richiedono l’utilizzo di un dispositivo veloce e potente.

VEVOR Chiodatrice Pneumatica CN55, Sparachiodi Aria Compressa 25-57 mm, Inchiodatrice ad Aria Compressa 70-100PSI, Graffatrice Chiodatrice in Lega di Alluminio, per Pallet in Legno, Cartongesso
  • Regolazione delle Prestazioni e Profondità: Questa pistola sparachiodi per tetti, che si collega al...
  • Caricatore per Chiodi da 2" di Lunghezza: Modello: CN55; Angolo d'inclinazione: 15 gradi; Lunghezza...
  • Materiale Robusto: Peso: 5,9 libbre/2,7 kg. Questo strumento leggero è dotato di un alloggiamento in...
  • Pressione: 100 – 114 psi
  • Capacità caricatore: 300 pezzi
  • Lunghezza chiodi: max 50 mm
  • Dimensioni: 30,5 x 29 x 9,5 cm
  • Peso: 2,7 kg

La Vevor CN55 è dotata di un caricatore a bobina in grado di contenere al massimo 300 chiodi, una quantità che permette di eseguire un sacco di lavoro per ogni ricarica. L’apertura laterale presente sul caricatore consente di intervenire in maniera rapida in caso di inceppamento del chiodo. Tieni presente che si possono utilizzare chiodi con una lunghezza non superiore ai 50 mm e un diametro massimo di 2-3 mm. La pressione di funzionamento è invece compresa tra 100-114 PSI.

Stiamo parlando di un utensile realizzato con un’elevata attenzione al dettaglio e nel complesso molto resistente. La scocca estera è quasi interamente in lega di alluminio resistente alla ruggine, le sue dimensioni sono di 30,5 x 29 x 9,5 cm per un peso di soli 2,7 kg. Anche in questo caso è presente un’impugnatura ergonomica e antiscivolo, progettata per ridurre al minimo l’affaticamento dell’utilizzatore in caso di lavori lunghi e impegnativi.

3. Makita AF506 Groppinatrice pneumatica – 50 mm

Passiamo adesso a questo modello di fascia media che utilizza chiodi groppini di tipo 18Ga (cioè chiodi senza testa simili a spilli che entrano completamente nel materiale).

Makita AF506 Groppinatrice ad Aria Compressa
  • Caricatore a carica verticale
  • Finestrella verifica carica
  • Gancio attacco in cintura
  • Pressione: 60 – 115 psi
  • Capacità caricatore: 100 pezzi
  • Lunghezza chiodi: max 50 mm
  • Dimensioni: 26 x 6,4 x 23,7 cm
  • Peso: 1,4 kg

Il caricatore dei chiodi ha una capacità massima d 100 pezzi e potrai monitorare il livello di carica mediante l’apposita finestrella. Il selettore di sparo ti permetterà di impostare a piacimento il colpo singolo oppure il colpo continuo. In base alle tue esigenze, avrai modo di puntare sulla velocità del colpo continuo o sulla precisione di quello singolo.

Questa sparachiodi è ideale per accoppiamenti legno-legno e lavora con una pressione dell’aria di 60-115 psi. La pistola è dotata del regolatore di profondità impostabile a piacimento, potrai quindi regolarla in base al tipo di lavoro che andrai a svolgere. Si tratta di un dispositivo robusto e ben costruito, le sue dimensioni sono di 26 x 6,4 x 23,7 cm e il relativo peso raggiunge i 1,4 kg. Si tratta di valori abbastanza contenuti che, combinati all’ottima impugnatura ergonomica, rendono questo modello facile da utilizzare anche per lunghe sessioni di lavoro.

4. Einhell TC-PN 50 Sparachiodi pneumatica – 50 mm

La Einhell TC-PN 50 è un modello 2 in 1 progettato per “sparare” sia graffette che chiodi groppini. Stiamo quindi parlando di un dispositivo economico (entry level) ma comunque molto versatile e ideale per svolgere lavorazioni domestiche di natura differente.

Offerta
Einhell Tc-Pn 50 Graffettatrice Pneumatica, Pressione 8.3 Bar, Rosso Nero, 25.6 x 5.5 x 26 Cm
  • L graffettatrice pneumatica tc-pn 50 di einhell è un apparecchio versatile, idoneo per l'utilizzo in...
  • L'impugnatura antiscivolo rende il lavoro piacevole e sicuro; l graffettatrice offre le migliori...
  • L pressione d'esercizio massima arriva a 8, 3.bar; il dispositivo di sicurezza di cui è dotata impedisce...
  • Pressione: 8 bar
  • Capacità caricatore: 100 pezzi
  • Lunghezza chiodi: max 50 mm
  • Lunghezza graffette: max 40 mm
  • Dimensioni: 25.6 x 5.5 x 26 cm
  • Peso: 1,48 kg

Come accennato poco sopra, la Einhell TC-PN 50 è un dispositivo a doppia funzione; fa sia da spillatrice che da chiodatrice pneumatica. Si tratta quindi di un utensile in grado di affrontare diversi tipi di lavori di riparazione o ristrutturazione. Si possono utilizzare sia graffette con una larghezza di 5,7 mm e una lunghezza compresa tra 13 e 40 mm ma anche chiodi con una lunghezza massima di 50 mm. Il caricatore a striscia ha una capienza massima di 100 pezzi, l’indicatore di riempimento mostra la quantità di chiodi e graffette ancora presenti all’interno del caricatore.

Nonostante il suo prezzo economico, questa inchiodatrice ha una pressione di lavoro di 8.3 bar ed è dotata del sistema di regolazione di profondità per regolare la percussione in base alle proprie esigenze. In dotazione vengono forniti 1500 graffette, 2000 chiodi e una valigetta per il trasporto. In sintesi si tratta di un utensile di livello economico ma molto efficiente, un’ottima soluzione per svolgere lavori di livello domestico.

5. Mannesmann M15350 Pistola sparachiodi aria compressa – 50 mm

Sempre rimanendo all’interno della fascia entry level, la chiodatrice ad aria compressa Mannesmann M15350 è un altro modello molto valido e ideale per fissare molti elementi di diverso tipo.

Offerta
Mannesmann M15350 Inchiodatrice ad aria compressa con raccordo per compressori, Pressione di lavoro 4-8 bar
  • Inchiodatrice ad aria compressa con raccordo per compressori
  • Pressione di lavoro 4-8 bar
  • Consumo di aria 0,6 l/colpo
  • Pressione: 4 – 8 bar
  • Capacità caricatore: 100 pezzi
  • Lunghezza chiodi: max 50 mm
  • Dimensioni: 6,5 x 27 x 6,5 cm
  • Peso: 2 kg

La sua pressione di esercizio è compresa tra 4 e 8 bar e ha un consumo di aria per colpo che si aggira sui 0,6 l/colpo. Il caricatore a stecca ha una capienza di 100 chiodi aventi una lunghezza massima di 50 mm, valori che rientrano nella media dei modelli di livello domestico. Le sue dimensioni di 6,5 x 27 x 6,5 cm e un peso di appena 2 kg conferiscono un elevato livello di maneggevolezza e semplicità di utilizzo. In dotazione viene fornito tutto il necessario per poter iniziare a lavorare immediatamente. La fornitura comprende 500 groppini lunghi 30 mm, oltre che l’olio per la lubrificazione, chiavi per la manutenzione e 1 pistone di ricambio con relativa guarnizione. Inoltre è presente anche un raccordo standard e un nipplo a gomito per il compressore. In sintesi, il Mannesmann M15350 è un modello pratico e leggero, ideale per eseguire lavori di livello domestico e quindi non eccessivamente impegnativi.

6. Monzana Chiodatrice pneumatrica e spillatrice 2 in 1 – 50 mm

L’ultima alternativa che mi sento di consigliarti è questo modello marchiato Monzana. Si tratta sempre di una chiodatrice ad aria compressa di livello economico e quindi ideale per svolgere lavori poco impegnativi.

Monzana Chiodatrice pneumatrica e spillatrice 2 in 1 ad aria compressa pinzatrice graffettatrice con valigetta e chiodi
  • VERSATILE E MULTIUSO: La nostra spillatrice ad aria compressa è un un dispositivo 2in1 pratico e...
  • - indicatore di livello del caricatore
  • PROTEZIONE: Il rivestimento protettivo in gomma ripara superfici delicate. La chiodatrice / pinzatrice ad...
  • Capacità caricatore:100 pezzi
  • Lunghezza chiodi: max 50 mm
  • Lunghezza graffette: max 40 mm
  • Dimensioni: 22,5 x 5.6 x 24 cm
  • Peso: 1,3 kg

Anche in questo caso stiamo parlando di un utensile 2 in 1, che svolge il compito sia di chiodatrice che di graffettatrice. La sua elevata versatilità permette di svolgere lavorazioni di natura differente, come il fissaggio di tappezzerie, tele e tessuti oppure l’inchiodatura di pannelli e particolari in legno. La struttura risulta solida e ben costruita, il suo peso di soli 1,3 kg e l’impugnatura dotata di rivestimento ergonomico permettono di lavorare in maniera comoda anche per lunghi periodi di tempo.

Il caricatore ha una capienza massima di 100 pezzi e può ospitare chiodi (gruppini) con una lunghezza di 15-50 mm e graffette da 13-40 mm. L’indicatore di livello del caricatore consente di verificare lo stato di carica dei chiodi e dei punti metallici. La sua pressione di esercizio rientra nella media e varia da 5-7,5 bar, valore raggiungibile anche dai compressori di fascia medio-bassa.

Tirando le somme, questo modello è un’alternativa molto valida in caso stessi cercando un prodotto poco costoso da utilizzare di tanto in tanto per piccole operazione di fissaggio. In dotazione vengono forniti 100 chiodi e 100 graffe da 32 mm, il tutto all’interno di una pratica valigetta. Avrai quindi a disposizione tutto il necessario per iniziare subito a lavorare!

Come scegliere una chiodatrice pneumatica

Quando si ha intenzione di acquistare una sparachiodi pneumatica, ci sono una serie di caratteristiche che bisogna tenere in considerazione. Andiamo a vedere quali sono!

1. Praticità e maneggevolezza

Il beneficio più importante che deriva dall’utilizzo di una sparachiodi pneumatica risiede nella possibilità di svolgere in maniera molto rapida tutti quei lavori che, utilizzando un martello o un sparachiodi manuale, richiederebbero molto più tempo e una maggiore dispendio di energia. Detto questo, è bene sapere che prima di acquistare una chiodatrice pneumatica ci sono alcuni aspetti chiave che determinano se un modello è performante o meno. Tra questi, i parametri più importanti sono:

  • Peso e dimensioni;
  • Versatilità;
  • Ergonomia e comfort durante l’utilizzo;
  • Caratteristiche tecniche e conformazione del becco.

Tutti questi aspetti giocano un ruolo determinante soprattutto quando si sta parlando di una chiodatrice pneumatica di livello professionale. Nonostante si tratti di un utensile molto prestante, la sua struttura potrebbe risultare pesante e ingombrante, impattando negativamente sulla praticità d’uso, soprattutto quando si ha la necessità di svolgere lunghe sessioni lavorative. In quest’ultimo caso è infatti consigliabile dotarsi di un modello che disponga sia di buone caratteristiche funzionali che di una buona praticità d’uso.

In linea generale, una sparachiodi ad aria compressa ha una maneggevolezza inferiore rispetto a un modello alimentato a batteria. Questo dettaglio varia però in base a diverse caratteristiche distintive di ogni modello, come il suo peso e le sue dimensioni strutturali. Dal mio punto di vista, la struttura ideale di una sparachiodi pneumatica dovrebbe avere delle dimensioni comprese tra 25 e 40 centimetri e un peso non superiore ai 4 chilogrammi. Un modello che rientra in questi parametri risulta più maneggevole e poco faticoso da utilizzare, si tratta quindi di dettagli molto importanti in caso di lavori lunghi e impegnativi.

Un altro aspetto che incide sulla comodità di utilizzo di un determinato modello è il suo livello di ergonomia generale. Oltre al bilanciamento del corpo macchina (nei migliori modelli il corpo macchina è realizzato in alluminio pressofuso) bisogna considerare anche la qualità dell’impugnatura. E’ importante che questa sia comoda e confortevole, nella maggior dei casi è presente un rivestimento in gomma realizzato con materiale antiscivolo che oltre ad aumentare il livello di presa da parte dell’utente, diminuisce notevolmente la quantità di vibrazioni.

L’ultimo dettaglio da prendere in considerazione consiste nelle caratteristiche tecniche e strutturali del becco della sparachiodi ad aria compressa, cioè quel componente dal quale fuoriescono i chiodi o le graffe che vengono sparate. Su una sparachiodi pneumatica si possono trovare becchi con forme e dimensioni differenti, il mio consiglio è quello di fare il possibile per optare per un modello dotato di un becco abbastanza sottile da consentire l’accesso anche nelle zone più difficili da raggiungere. Tieni inoltre presente che in alcuni casi è addirittura possibile orientare la direzione di sparo per eseguire lavori su più inclinazioni.

2. Pressione di lavoro

Il primo aspetto da valutare è senza dubbio la pressione di lavoro, caratteristica che viene solitamente riportata con due unità di misura differenti: psi o bar. In linea generale, quasi tutte le chiodatrici graffettatrici pneumatiche necessitano di una pressione compresa tra 4 e 8 bar (60 – 120 psi) e hanno un consumo di aria per colpo di 0,6 Litri. Ovviamente questo valori variano da modello a modello e sono condizionati anche da altri fattori, come la durezza e la resistenza del materiale che bisogna lavorare. Come puoi facilmente immaginare, dover inchiodare dei pannelli di legno morbido richiede molta meno pressione rispetto al dover inchiodare materiali più duri come il metallo o il cemento.

Generalmente la pressione di lavoro ottimale richiesta dalla maggior parte delle chiodatrici graffettatrici pneumatiche si aggira sempre sui 6/8 bar, si può definire come il valore ideale per far si che la sparachiodi lavori nella maniera più efficiente possibile. Per raggiungere tale pressione, è indispensabile disporre di un compressore che sia in grado di generare almeno 8 bar. Si tratta comunque di un valore raggiungibile da praticamente tutti i compressori in commercio, dato che la maggior parte di questi riescono ad erogare una pressione uguale o maggiore a 10 bar.

Tieni comunque presente che quando si tratta di sparachiodi professionali pure e quindi di fascia alta, questi non svolgono la funzione di graffettatrici e la loro pressione di lavoro può raggiungere addirittura i 22 bar. Nonostante si tratti di utensili progettati per sopportare lavori di tipo intensivo e per inchiodare materiali molto duri, la loro struttura e le loro caratteristiche principali sono praticamente identiche a quelle dei modelli non professionali.

3. Lunghezza chiodo e graffetta

La lunghezza del chiodo o della graffetta ideale per le tue esigenze varia in base al tipo di lavorazione che devi eseguire e, in particolar modo, allo spessore dei componenti che devi inchiodare. Se hai la necessità di lavorare materiali poco spessi e morbidi come pannelli di legno o, per esempio, svolgere lavori di ebanista, puoi benissimo optare per una sparachiodi-graffettatrici pneumatica. Questo utensile è molo leggero, maneggevole, preciso e, nella maggior parte dei casi, consente di utilizzare chiodi da 50 mm e graffe da 40 mm. Le sparachiodi pneumatiche sono invece ideale per svolgere lavori più impegnativi come quelli di falegnameria e carpenteria, in questo caso si avrà la possibilità di utilizzare chiodi con una lunghezza massima di 100 mm sia a punta liscia che ritorta.

4. Regolazione di profondità

In questo caso bisogna fare una distinzione tra gli sparachiodi pneumatiche che ti permettono di modificare la profondità e quelli che invece non ti permettono di farlo. I primi sono ovviamente quelli più versatili siccome ti danno la possibilità di impostare la profondità massima regolando così la percussione del chiodo in base al lavoro che hai la necessità di svolgere. Dal mio punto di vista, per svolgere lavori di livello domestico non è necessario disporre di una chiodatrice dotata di questa funzionalità. Al contrario, se si ha intenzione di svolgere lavori un po’ più impegnativi, allora questo optional può sicuramente tornare utile.

5. Tipo di caricatore

Una chiodatrice pneumatica può utilizzare uno di questi due tipi di caricatori: a striscia o a bobina. I primi, cioè quelli a striscia, hanno un aspetto che ricorda i caricatori in dotazione ai fucili da combattimento! si trovano quasi sempre in dotazione ai modelli di fascia hobbistica e semi-professionale. Hanno una capienza abbastanza ridotta e spesso contengono massimo 100 chiodi. Al contrario, i caricatori a bobina sono quelli più utilizzati sulle sparachiodi di fascia alta. Questa tipologia è progettata per fornire un numero elevato di chiodi in modo da poter svolgere lavorazioni abbastanza lunghe senza doversi fermare più volte per provvedere con la ricarica. In linea di massima, ogni caricatore a bobina contiene all’incirca 300 chiodi.

6. Accessori

Il prezzo delle chiodatrici pneumatiche viene influenzato anche dalla dotazione di accessori. Ci sono certi apparecchi “nudi”, nel senso che vengono venduti senza extra ed è quindi necessario acquistare a parte il resto degli occorrenti. Gli accessori che possono o non possono essere inclusi sono:

  • Cartucce: alcuni produttori forniscono in dotazione diverse cartucce cariche in modo da poter iniziare subito a lavorare. In altri casi è invece necessario acquistarle separatamente.
  • Tubo flessibile: si tratta del tubo per collegare la pistola al compressore. Verifica che gli attacchi siano compatibili sia con l’ingresso della pistola che con l’uscita del compressore.
  • Guida: si trova solitamente in prossimità da dove fuoriesce il chiodo. Il suo compito è quello di permettere di svolgere lavori in maniera perfettamente lineare.
  • Valigetta: avere a disposizione una custodia per il trasporto rigida permette di portare la sparachiodi sempre con se. Si tratta quindi di un extra molto comodo in caso avessi la necessità di spostarti da un cantiere all’altro.
Clicca per votare questo articolo!
[Voti: 1 Media: 5]

Marco Toni

Mi chiamo Marco e sono un appassionato di fai da te. Adoro effettuare qualsiasi tipo di lavoro nella maniera più autonoma possibile e non mi fermo davanti a nulla. Proprio per questo motivo ho deciso di condividere le mie conoscenze per aiutare chi ha la mia stessa passione: distruggere e costruire!

Lascia un commento